News

 

news

19 Maggio 2018

Benvenuto all’NBC

Danza 2018 quale svolta dopo il cambiamento

Domani  20 maggio con inizio alle ore 18,00, un nuovo appuntamento presso il Nuovo Balletto Classico con l’evento di danza organizzato dal Nuovo Balletto Classico in collaborazione con la nostra associazione.

Il pomeriggio dedicato all’arte coreutica sarà diviso in due momenti: un incontro dal titolo “Danza 2018 quale svolta dopo il cambiamento?”.

La crisi economica di questi ultimi anni in Italia, che ha avuto ricadute negative anche sul mondo culturale ed artistico, ha costretto anche la danza e il suo movimento a rivedere sotto un’altra prospettiva i propri itinerari sia performativi ma anche formativi. Quali aspetti sono cambiati in maniera sostanziale? Quali nuovi spunti fanno muovere adesso, a tutti i livelli, coloro che lavorarono all’interno di settore artistico? Quale chiave di lettura bisogna tener presente per essere davvero rivoluzionari e quindi prospettici?

Sono ospiti dell’incontro: Grazia Galante ballerina e coreografa, considerata la musa ispiratrice di Maurice Béjart, Liliana Cosi ballerina e  fondatrice nel 1978 insieme a Marinel Stefanescu dell’Associazione Balletto Classico, Hektor Bublla danzatore di Aterballetto e coreografo e Dorian Grori, uno dei responsabili, ballerino e maestro del Nuovo Balletto Classico.

Inoltre, durante l’incontro la maestra Cosi presenterà il suo nuovo libro dal titolo “Teoria del balletto” , i cui contenuti sono rivolti ai maestri di danza.

Libro Teoria del Balletto

Quindi passeremo al momento performativo. Gli allievi del Nuovo Balletto Classico saranno impegnati in una lezione aperta e quindi in alcune esibizioni. Verrà presentato un passo due del repertorio classico, la suite della “Sagra della primavera” e infine in una coreografia di danza contemporanea creata appositamente per quest’evento da Hektor Budlla dal titolo “Great day”.

Sarà anche possibile visitare la Mostra fotografica “Arte e formazione. Germe di Rivoluzione” del Circuito off di Fotografia Europea 2018. Sono esposti nelle sale 1 e 2 del Nuovo Balletto Classico in una collettiva, i lavori fotografici di Carolina Calanni, Alessandro Calvani, Daniele Firrincieli, Giacomo Pieracci e i tre fotografi di Etoile Laboratorio di Fotografia dello spettacolo: Tamara Boscaino, Gabriella Davolio  e Pasquale Soria.

locandina FE 18

 

15 Maggio 2018

Uno spettacolo per ricordare

La sala 3 stata trasformata in un teatro quinte luci un service professionale è così che è abituato a lavorare Daniele Franci quando porta in giro i suoi splendidi giovani attori/ allievi.

Nella sala adiacente una voce  racconta il lavoro teatrale portato in scena dagli allievi di Itaf International Theatre Academy scuola di alta formazione delle Arti dello spettacolo di vita e gli allievi della scuola di teatro di étoile, le immagini proiettate sulla parete bianca creano l’atmosfera introduttiva a ciò che il magico mondo del teatro riesce a a creare.

La data scelta per l’anteprima di questa rappresentazione non è casuale, infatti proprio il 13 Maggio 1978 veniva emanata la legge Basaglia, legge che condusse alla chiusura dei maniconi e  diede il via al dibattito che condusse alla scelta di  modalità diverse sia di accertamento ma anche di degenza dei pazienti psichiatrici.

Ricordare il quarantesimo anniversario è stato per noi il modo di ricordare quanto è stato fatto per cambiare la prospettiva  riguardo la malattia mentale ma quanto ancora si potrebbe fare per migliorar le condizioni di vita e di trattamento dei pazienti.

In una sala gremita, tra il pubblico anche l’assessore comunale Curioni, con puntualità quasi Svizzera alle 6:00 lo spettacolo ha inizio.

Gli attori in scena si susseguono con parti ricche di suggestione esprimono sconforto e poi gioia e ancora lucida follia disperazione e i loro personaggi  sfoggiano anche  qualche strano tipo di talento, scrivendo una lettera,  o parlando della propria vita, raccontando o descrivendo ciò che è dentro e fuori la loro mente, arricchendo di particolare dolorosi, pittoreschi, drammatici e crudi ogni storia.
In  scena  gli attori entrano nei personaggi e questi trascinano ora con violenza ora con comprensione, il pubblico dentro la scena.
Molte persone in quella sala hanno lasciato libera espressione ai loro sentimenti , abbiamo visto occhi lucidi e sguardi attenti a non perdersi neanche una parola, le scene rappresentate seguite trattenendo il respiro.
E poi il finale con il pubblico che cambia prospettiva  , che viene preso per mano uno ad uno dagli attori e portato  sul palco mentre  Silvia, Alba, Anna, Alex,  Gabriele, Davide, Gaetano e Alex prendono posto in platea, di spalle ad un pubblico che li fissa silenzioso. Un “coup de theatre”, un cambio di visione che colpisce ancora una volta, che  lascia  il segno emotivo in una performance che aveva già tanto scosso.

E poi applausi e ringraziamenti a Daniele Franci e ai suoi attori, anche da parte dell’assessore comunale Curioni, nel suo intervento,  e anche per il grande lavoro svolto dai responsabili del Nuovo Balletto Classico e dal nostro staff.

Ma noi già guardiamo avanti al nostro prossimo evento, domenica prossima spazio alla danza con  “Benvenuti all’NBC”.

Alla prossima!

(C.G.)

12 Maggio 2018

Adesso apriamo al teatro!

Domani 13 maggio alle ore 18,00 al Nuovo Balletto Classico, ci sarà la prima della rappresentazione teatrale, dal titolo “180-la legge dei matti”, organizzato dal Nuovo Balletto Classico in collaborazione con l’Associazione culturale Paideia.RE.

 

Protagonisti saranno i ragazzi di ITAF International Theater Accademy,  Scuola di Alta Formazione delle arti dello spettacolo di FITA (Federazione Italiana Teatro Amatori) volta a qualificare  giovani artisti attraverso l’utilizzo di linguaggi teatrali, coreutici, musicali e artistici e gli allievi della Scuola di Teatro di Etoile, entrambe sotto la direzione artistica di Daniele Franci del Centro Teatrale Europeo Etoile di Reggio Emilia.

 

La performance, che fa parte del cartellone degli eventi del Circuito off di Fotografia Europea 2018, trova ispirazione dalla legge 180 detta anche “Legge Basaglia”, emanata il 13 maggio 1978, che impose la chiusura dei manicomi e regolamentò il trattamento sanitario obbligatorio , istituendo i servizi di igiene mentale pubblici.

«Il 13 maggio non si è stabilito per legge che il disagio psichico non esiste più in Italia, ma si è stabilito che in Italia non si dovrà rispondere mai più al disagio psichico con l’internamento e con la segregazione. Il che non significa che basterà rispedire a casa le persone con la loro angoscia e la loro sofferenza.»

Questa citazione di Franco Basaglia, psichiatra e neurologo, promulgatore della legge,  racchiude in sé quanto di problematico ma anche di immensamente rivoluzionario ha innescato quest’atto legislativo, che traeva radici dalle conoscenze ed esperienze di un uomo e uno studioso che ha lasciato un’impronta indelebile nella storia nella società italiana.

Il valore della rivoluzione di Franco Basaglia che – per l’ampiezza delle conseguenze del suo agire, per la ricaduta pubblica e istituzionale del suo pensiero, e per il fatto che la legge sulla chiusura dei manicomi è stata la prima di questo tipo al mondo – è senza dubbio, uno dei più grandi intellettuali italiani del dopoguerra.

Gli attori in scena, nel luogo che abbiamo trasformato nel nostro palcoscenico, la sala 3, sono : Silvia D’Anna, Alba Morosini, Anna Basso, Alexei Coianiz, Gabriele Pezzi, Davide Fasano, Gaetano Velardi e con la partecipazione di Alex Sanchez.

Come dicevano la direzione artistica è di Daniele Franci che da quasi vent’anni si dedica alla formazione di giovani attori.

Daniele Franci si forma al Teatro Nazionale di Strasburgo al Corso per “Metteur en scène pour les enfants”. Nello stesso anno frequenta a Chicago il Corso per “Direttore artistico”.

Nel 1997 fonda il festival per le scuole, “Il Teatro (va) a Scuola”, che si trasformerà nel 2010 in “Teatro Lab”, che tutt’ora è uno dei più importanti festival internazionali per le scuole.

Nel 1999 fonda l’associazione culturale “ETOILE CENTRO TEATRALE EUROPEO”, dove, oltre a ricoprire il ruolo di direttore artistico, è regista, docente ed esperto teatrale nelle scuole. Collabora con il Ministero della Pubblica Istruzione, associazioni, compagnie e scuole nazionali ed internazionali.

Questi sono presupposti e garanzia per uno spettacolo di qualità, adesso manca solo la vostra presenza domenica pomeriggio in una cornice originale per assistere ad un altro step degli eventi di NBC e Paideia.RE  180-La legge dei matti.

daniele-franci

A presto

(C.G.)

 

10 Maggio 2018

Nuovo successo di pubblico al Nuovo Balletto Classico

Genitori, amici, fotografi ed appassionati alla fotografia, artisti, danzatori e musicisti, tutti insieme dentro la sala 3 dell’NBC , un parterre de roi per chi come noi (il Nuovo Balletto Classico e la nostra Associazione) facciamo dell’accoglienza, della promozione e del sostegno dei giovani artisti un vero must.

In apertura pezzi riarrangiati

 

08 Maggio 2018

Quando la musica diventa immagine

Oggi 6 maggio con inizio alle ore 18,00 presso la sede del Nuovo Balletto Classico, in via Bernini n.17 avrà luogo “Musica nelle immagini” concerto dei “Sons of the other suns”.

Il concerto che fa parte degli eventi inseriti nel programma di Fotografia Europea 2018 Circuito off è una delle iniziative organizzate dal Nuovo Balletto Classico in collaborazione con la nostra Associazione che arricchiscono l’allestimento della mostra Arte e formazione. Germe di Rivoluzione, che fa sempre ovviamente parte nel Circuito off di Fotografia Europea 2018.

I Sons of other suns si sono costituiti nel Marzo 2016, a Reggio Emilia e nasce come una cover band di pezzi rock, ma via via ha diversificato il proprio repertorio su più generi musicali, spaziando dal rock al jazz al pop rock, adattati al loro  originale organico.  Nelle loro performance si sente molto l’influenza di gruppo storici come i Queen, i Genesis e i Muse.
La band è formata: alla tromba Gerardo Gianolio e Dimitri Corradini, all’oboe Elia Ferretti, al clarinetto e al sax tenore Giovanni Pignedoli, al sax baritono e sax contralto Isabel Suarez, al contrabbasso Lucia Boiardi, alla batteria Marco Lazzaretti, Sofia

Il gruppo musicale fa parte di Sterpaglie Project, progetto innovativo nato grazie ad alcuni studenti che frequentano conservatori, scuole teatrali ed artistiche: Diego Fabbi, Gerardo Gianolio, Elia Sissa e Ines Vecchi ed è composto da ragazzi dai 15 ai 17 anni.

Proprio per l’adesione della band a questo progetto, il loro concerto includerà una sorta di  “contaminazione” di altre forme d’arte, ci sarà condivisione dello spazio performativo e di uno spazio virtuale, con la proiezione della performance musicale e grafica su di un maxi schermo, Nicola Fratino dipingerà mentre Cecilia Ferrari scriverà poesie, entrambi traendo ispirazione dalla musica.

Nicola Fratino, in arte Boir, nato a Parma diciotto anni appena compiuti. Fin da piccolo ha avuto la passione del disegno, entrato al Liceo Artistico Toschi di Parma, inizia a specializzarsi su una forma d’arte in particolare, i graffiti. Entra a far parte della McLuc Culture, un associazione culturale che tratta tutte le forme d’arte che si possono trovare in strada. Contemporaneamente ha iniziato a dipingere su tela.

Cecilia Ferrari, in arte Zoe, nata a Reggio Emilia, ha oggi quindici anni e frequenta il liceo classico Ariosto Spallanzani. Sin da piccola ha avuto la passione dei libri e si è avvicinata alla scrittura, anche se, fino agli inizi di quest’anno, ha conservato i suoi scritti come una sorta di tesoro personale. Ha recentemente collaborato con Sterpaglie project e si è classificata terza al concorso “una poesia dal cassetto” organizzato dal liceo Passoni di Torino.

Come dicevamo in precedenza la band fa parte di Sterpaglie project, un progetto artistico-culturale, che ha raccolto intorno ad un’dea originale un gruppo di giovani artisti.

Le sterpaglie nascono spontaneamente ovunque e crescono senza uno schema preciso, in modo libero seguendo la luce del sole. Così nasce Sterpaglie, dal desiderio di promuovere l’Arte e far sentire come i giovani possano dare nuovo impulso alla crescita culturale della città. E i gruppi musicali, i pittori e gli scrittori si comportano come tali, prendono forza e si sviluppano senza soluzione di continuità, liberi, prendono forza e vogliono crescere, insieme coniugando più arti.

Tutto parte anche grazie ad uno spazio che è stato concesso loro, il Centro Sociale “Rosta Nuova” di Reggio Emilia e dalla possibilità di organizzare performances all’interno. Hanno deciso di sfruttare questa opportunità creando una rassegna che coniuga la musica alle altre arti, coinvolgendo la creatività giovanile.

Oggi pomeriggio vi emozioneranno, vi coinvolgeranno e vi trascineranno dentro il loro mondo e tutti noi speriamo che sarete in tanti a seguirli.

Vi aspettiamo!

(C.G.)

 

26 Aprile 2018

Porte aperte al Nuovo Balletto Classico

Domenica 22 Aprile è stata inaugurata, presso la sede del Nuovo Balletto Classico, in via Bernini 17,  la mostra “Arte e formazione. Germe di Rivoluzione”, inserita nel Circuito off di Fotografia Europea 2018 .

Dinanzi a un cospicuo numero di presenti, raccolti in una splendide sale di danza di questo storica scuola,  la mostra è stata introdotta da Elena Casolari, in rappresentanza del board del Nuovo Balletto Classico.

Dopo aver ringraziato i presenti, non ha nascosto la sua soddisfazione per questa partecipazione all’inaugurazione e ha anche espresso l’apprezzamento per il buon lavoro svolto da tutto lo staff organizzativo. Ha, inoltre, rinnovato l’invito per tutti coloro volessero conoscere la scuola, che è cambiata in alcuni suoi  aspetti, ad intervenire a tutti gli eventi programmati.

1 a

Quindi si è passati alla presentazione dei sette fotografi che hanno dato vita alla mostra collettiva, Carolina Calanni, Alessandro Calvani, Daniele Firrincieli, Giacomo Pieracci e i fotografi del Laboratorio di Ricerca sulla fotografia dello spettacolo: Tamara Boscaino, Gabriella Davolio e Pasquale Soria.

 

Ognuno di loro ha esposto il concept della propria mostra, spiegando le radici delle loro scelte e il percorso percettivo, ma in alcuni casi anche emotivo, attivato da ogni singola istantanea.

Quindi è stato presentato il programma degli eventi che avranno luogo all’ NBC durante tutto il periodo di apertura della mostra, che ricordiamo resterà allestita nelle sale di danza fino al 16 Giugno.

Ad illustrare l’evento di musica, due rappresentanti di un progetto innovativo che vede coinvolti giovanissimi talenti della musica, ma anche delle arti figurative e della scrittura creativa.

Ines Vecchi, una delle ideatrici di Sterpaglie Project e Dimitri Corradini , componente dei The sons of other suns, gruppo musicale che terrà il concerto domenica 6 Maggio, presso il Nuovo Balletto Classico, hanno spiegato come è nata Sterpaglie Project, progetto che fornisce occasioni a giovani gruppi musicali, pittori, fotografi e scrittori di mettersi alla prova, esibirsi e  mostrare il proprio talento.

Si è passato quindi ai protagonisti dell’evento teatrale che si svolgerà domenica 13 maggio, gli allievi di i ragazzi di ITAF International Theater Accademy,  Scuola di Alta Formazione delle arti dello spettacolo di FITA e gli allievi della Scuola di Teatro di Etoile, che sono stati presentati da una delle nostre fotografe, Tamara Boscaino.

Tamara ha parlato dell’ottimo lavoro svolto dal direttore artistico di Etoile Daniele Franci con decine di giovani aspiranti attori in questi anni e in una splendida sala di danza sarà il palcoscenico per la prima di 180 – la legge dei matti.

Questo lavoro teatrale approfondisce il percorso della legge 180, detta Legge Basaglia, grazie alla quale si chiusero il manicomi, aprendo la strada a luoghi e  forme alternative di assistenza per i malati psichiatrici.

tamara e gabriella 2

Quindi è stato presentato al pubblico l’evento di danza, domenica  20 Maggio, vi sarà un incontro al quale parteciperanno Grazia Galante, ballerina e coreografa, musa di Maurice Bejart, Liliana Cosi storica fondatrice insieme a Marinel Stefanescu dell’Associazione Balletto Classico, che in quell’occasione presenterà anche il suo nuovo libro “La teoria del balletto”, rivolto ai maestri di danza classica, Hector Budlla , ballerino Aterbaletto e coreografo e una rappresentante del Nuovo Balletto Classico

L’incontro avrà come tema la realtà della danza, delle sue scuole e istituzioni nell’attuale momento storico ed economico, di seguito si potrà assistere ad una performance degli allievi del Nuovo Balletto Classico, che terminerà con una coreografia creata per l’occasione da Hector Budlla.

Infine è stato illustrato l’evento conclusivo previsto per domenica 3 Giugno, che vedrà una sinergia tra musicisti, ballerini e attori in una performance collettiva.

Conclusa la presentazione il pubblico si è trattenuto dinanzi alle singole mostre, interloquendo con i fotografi, chiedendo spiegazioni o ascoltando e approfondendo i passaggi che hanno portato alla costruzione del loro percorso espositivo.

1

Una considerazione è emersa chiara, questo volto inconsueto e aperto del Nuovo Balletto Classico, così  impegnato nell’organizzare un evento totalmente differente dal mondo che li contraddistingue, ha impressionato positivamente tutti gli intervenuti, è stato accattivante e coinvolgente; è stato indicatore di nuove e future prospettive di apertura al territorio e alla città.

Questi giovani maestri, Elena, Nicoletta, Rezi e Dorian, hanno raccolto con coraggio e determinazione l’eredità di una vera e propria istituzione nel panorama della danza nazionale e internazionale. Essi  hanno dato una loro visione del percorso formativo, dove è possibile coniugare la tradizione e la rigorosa attenzione per la danza classica con lo sviluppo di progetti moderni non solo performativi ma anche , come in questo caso, figurativi.

Alcune parole si sono state più volte ripetute durante quest’incontro, innovazione, sinergia e collaborazione. Non sono forse questi alcuni dei termini a cui si può fare riferimento per giungere ad un “cambiamento” dello status quo e quindi ad una “Rivoluzione”?

E noi di Paideia.RE, dopo oltre un anno di attività, confermiamo la nostra attenzione e disponibilità a sostenere sempre il talento e le istituzioni che si spendono e si occupano di formazione culturale ed artistica nella nostra città.

Andiamo avanti così!!!!

(C.G.)

 

21 Aprile 2018

Accanto al Nuovo Balletto Classico per Fotografia Europea 2018

Domani Domenica 22 aprile alle ore 18,00, si terrà  l’inaugurazione della mostra collettiva Arte e formazione. Germe di rivoluzione  , organizzata dal Nuovo Balletto Classico in collaborazione con la nostra Associazione. L’iniziativa è inserita nel Circuito off di Fotografia europea 2018.

logo nbc

La mostra si terrà presso la sede del Nuovo Balletto Classico, in via Bernini 17 a Reggio Emilia ed è il frutto di sinergie tra istituzioni tradizionalmente conosciute, presenti nel territorio da oltre quarat’anni, come il Nuovo Balletto Classico, associazioni culturali nuove come noi di Paideia.RE e associazioni che si occupano di arte e formazione come Agora coaching project, Centro Europeo teatrale Etoile o Sterpaglie project.

LOGO ETOILE ISTITUZ                                                                      logo sterpaglie

Una mostra presenterà i diversi punti di vista di alcuni fotografi su aspetti tratti dal  mondo della danza e delle arti performative e una interessante prospettiva del palco .

L’esposizione fotografica vedrà i progetti fotografici di Carolina Calanni “En l’air”, Alessandro Calvani “L’immaginario della strada”, Daniele Firrincieli “Change the stage”, Giacomo Pieracci “The Rise of Life” e di tre fotografi di Etoile Laboratorio di Fotografia dello spettacolo: Tamara Boscaino, Gabriella Davolio  e Pasquale Soria con “Tracce di palcoscenico” .

Il focus dell’iniziativa  è ovviamente sull’arte. Gli scatti cristallizzano gli artisti durante le loro performance o un loro particolare, le loro interminabili prove volte alla perfezione dell’esibizione e il palco, loro regno.

Il tema di Fotografia europea quest’anno è Rivoluzione, Ribellioni. Cambiamenti. Utopie, nella Mostra declinato grazie all’ottica di fotografi che sono essi stessi artisti o formatori, Alessandro Calvani è un danzatore di Aterballetto, Giacomo Pieracci è cantante e musicista, Carolina Calanni è una danzatrice e insegnante di hip-hop e pilates e  Daniele Firrincieli insegnante e pittore.

La mostra permanente sarà aperta al pubblico da venerdì 20 Aprile fino a domenica 17 giugno, con i seguenti orari :

Dal lunedi al venerdi dalle ore 13.45 alle ore 14.45 e dalle ore 19.15 alle 20.15

Sabato e domenica dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle 16.30 alle 18.30.

Durante il periodo dell’esposizione, il Nuovo Balletto Classico e l’Associazione Paideia.RE organizzeranno quattro eventi, in cui il connubio tra formazione e arti performative, creatività e talento darà lustro a realtà associative cittadine che sostengono e contribuiscono allo sviluppo del talento nella danza, nella musica, nel teatro e nelle arti figurative.

Anche gli eventi si svolgeranno sempre presso la sede del Nuovo Balletto Classico.

Per informazioni contattate:

Nuovo Balletto Classico tel. 0522-517234 – info@nuovoballettoclassico.it

Paideia.RE 333-3039813 – paideia.re@gmail.com

Vi aspettiamo numerosi!

(C.G.)

Fe 2018 positivo trasparenza

OFF trasparenza negativo


 

 

9 Aprile 2018

Altro anno, altro meeting … solito grande strabiliante successo!

Oltre trecento tra ballerini e maestri hanno affollato, venerdì scorso, la pista del PiGal scatenandosi nel Boogie Woogie e Rock ‘n’ Roll.

L’organizzazione perfettamente rodata del Circolo Arci PiGal del presidente Ivano Ballarini, coadiuvata dal nostro staff professionale, ha creato un evento favoloso.

La pista si è riempita prestissimo e la nostra prima band musicale, i Black Ball Boogie , con Manuel Goretti al  pianoforte, Luciano Amaro al contrabbasso e Filippo Lambertucci alla batteria, ha dato il via alle danze.

Due ore sono scivolate via piene di suoni e ballo. Con i Chicken Wing e la loro particolarissima formazione, al pianoforte Marco Prampolini, al basso  Federico Prampolini, alla chitarra Valerio Benassi, alla batteria Giuseppe “Pippo” Bertani al sax Kim Gianesi, voce del gruppo Mirco Tedeschi e quindi con i Taxi Road di Alberto Gianferrari chitarra e voce, Gianni di Pasquale al contrabasso, Lucaos Marchetti e Luca Casali alle chitarre, Fabio alla batteria.

I pezzi più conosciuti e famosi del repertorio storico del Rock e del Boogie sono stati suonati,  senza respiro per oltre due ore.

Come di consueto, il patron della serata Ivan Iori, a metà serata, ha stoppato la musica coinvolgendo molti dei professionisti presenti alla serata, che hanno accolto il nostro invito, dando loro il giusto tributo e ringraziamento.

Sul palco le tre presentatrici, che indossavano abiti con chiari riferimenti cromatici ai colori delle tre band, nero per i Black Ball Boogie, rosso per i Chicken Wings e giallo per i Taxi road, hanno introdotto la serata con i ringraziamenti di rito.

Quindi spazio ai partecipanti, sono state presentate tutte le venti scuole dell’Emilia Romagna, di Firenze ed Ancona, partecipanti al meeting con i loro maestri. Ivan Iori ha consegnato loro, sempre secondo tradizione, gli attestati  di partecipazione e poi  tutti questi meravigliosi professionisti  sono stati quindi invitati a ballare su un pezzo di rock ‘n’roll.

Quindi sono stati introdotti gli ospiti d’onore della serata: la maestra Rosy De Vita da Firenze, Campionessa del Mondo Rock and Roll Acrobatico 1978 e tre  volte Campionessa d’Europa, il maestro Giancarlo Sernissi sempre da Firenze, campione del Mondo Rock and Roll Acrobatico 1979/80, ha vinto quattro campionati del Mondo a squadra sempre di Rock and Roll Acrobatico e campione Europeo,  attualmente Giudice Internazionale FIDS, Ancora da Firenze il maestro Alfredo De Blasio, grande maestro di Boogie Woogie e organizzatore di eventi di ballo nel fiorentino , un grande amico Pablo Salvatori promotore del killer boogie in Italia, da Ancona la maestra Sabrina Piangerelli con il suo partner e maestro Paolo Coppari e a sorpresa Gloria e Giuliano da Sassuolo, coppia storica conosciuta in tutte le piste da ballo nel raggio di cento chilometri.

E lì su invito di Ivan è partito un altro pezzo che ha immediatamente dato fuoco a quest’elite di ballerini.

Quindi  ultimi ospiti d’onore hanno strabiliato tutti i presenti, nel 2018 sono diventati i numero uno, i freschi vincitori della coppa del Mondo in Francia, detentori di sei titoli Mondiali, tre Europei, primi nel Ranking-list mondiale, da Ravenna Luca Burbassi e Patrizia Agati, per tutto l’ambiente Luca & Patty.

I due straordinari ballerini hanno preso il centro della pista e ci hanno trasportato in un attimo nel mondo del Boogie Woogie e Rock ‘n’ roll .

Al termine dell’esibizione, il nostro gentleman di altri tempi Ivan Iori, ha omaggiato tutte le donne ospiti con una splendida rosa rossa, consegnata dagli aitanti musicisti delle nostre band.

Quindi musica… musica… musica in una scatenata jam session con i  Black Ball Boogie, ai quali si sono aggiunti il chitarrista, il pianista e la saxofonista dei Chicken e il chitarrista dei Taxi Road con i ballerini in pista fino a tarda notte a suggellare questo nostro trionfo.

Inoltre ogni momento è stato immortalato con scatti e video dal nostro fotografo Daniele Firrincieli, qui di seguito potrete vederne alcuni scatti, tutti gli altri sono in possesso del nostro Ivan (ivaniori@teletu.it).

Ringraziamenti vanno allo staff organizzativo: Eva Calanni, Stefania Ferrari, Clelia Garraffa, Ernesto Colli e Davide Gazzotti  e allo staff tecnico luci e audio.

Appuntamento al prossimo anno, al prossimo meeting, il quinto, appuntamento a tutti voi a tutti noi al prossimo successo!!!!

2 Aprile 2018

E’ in arrivo il 4^ meeting di Boogie Woogie e Rock ‘n’ roll

Venerdì 6 Aprile , ancora una volta, sulla pista del Circolo Arci PiGal in via Enrico Petrella, a Reggio Emilia, ballerini e maestri si daranno appuntamento a partire dalle 21,00 per partecipare al 4^ Meeting di Boogie Woogie e Rock ‘n’ roll.

Il meeting ormai si è accreditato come un appuntamento fisso e di grande importanza nel panorama dei booghisti di Reggio Emilia e anche quest’anno il circolo sarà affiancato nell’organizzazione dell’evento,  dal nostro  staff

La manifestazione cresce di anno in anno, in questo 2018 si è giunti ad oltre trecento adesioni,  provenienti da ben venti diverse Scuole di ballo dell’Emilia Romagna, ma anche fiorentine e di Ancona.

Saranno presenti alla manifestazione quattro campioni del mondo: la maestra Rosy De Vita e il maestro Giancarlo Sernissi da Firenze e i freschi  vincitori della coppa del Mondo in Francia, detentori di sei titoli Mondiali e svariati titoli europei,  da Ravenna Gianluca Burbassi e Patrizia Agati.

Per questo quarto appuntamento si ballerà su musica dal vivo, infatti i Black Ball Boogie, i Chicken Wings e i Taxi Road, tre gruppi musicali molto conosciuti tra gli appassionati di Boogie Woogie e Rock ‘n’ Roll, si alterneranno sul palco durante la lunga serata danzante.

(C.G.)

biglietto44 - Copia

14 Febbraio 2018

“Chi è di scena Gaetano Nenna – Chi è la Musica”

Esplorare per conoscere la musica

Domenica 18 Febbraio alle ore 18,00, si terrà un’altro degli incontri di “Chi è di scena? Gaetano Nenna”, patrocinato dal Comune di Reggio Emilia – Reggio Emilia : città delle persone.

L’incontro, tenuto dal maestro e nostro socio, ha per titolo “Chi è la musica” e vede per la prima volta in questo nuovo anno associativo, la già rodata collaborazione con il Centro sociale Catomes Tôt, che ci ospiterà nella sua sede di via Panciroli (Piazzale Fiume) a Reggio Emilia.

L’evento sarà occasione per dialogare e fare esperienza diretta su cos’è la musica, uno dei simboli della vita umana.

Il maestro interagirà con il pubblico presente guidandolo nell’ascolto di alcuni brani musicali, con una presentazione piena e completa,  con l’ausilio di supporti multimediali per poi approcciare alla composizione, con semplici esercizi.

Sarà un percorso a tutto tondo, un modo aperto e senza di sovrastrutture per fare esperienza della musica e con la musica.

Per maggiori informazioni visita la sezione incontri del nostro sito.

Vi aspettiamo.

(C.G.)

gaetano nenna 1

 

18 Novembre 2017

La moda secondo “Rose di Seta”

Si è svolta ieri Venerdì 17 Novembre alle ore 21,00 la sfilata di moda organizzata dall’Associazione “Rose di Seta” , in collaborazione con la nostra Associazione, presso la Polveriera in via P.G. Terrachini n. 12 a Reggio Emilia.

La sfilata ha mostrato gli abiti realizzati nella sartoria dell’associazione, di via Roma,, dove Ramona Ferrarini, responsabile di Rose di seta organizza corsi di sartoria per donne e ragazzi migranti e richiedenti asilo e per donne che sono state vittime di episodi di violenza.

Lo stile degli abiti presentati è stato estremamente diversificato, ha spaziato dal Vintage, all’Afro, dal futuristico alla Blade Runner all’optical, per poi concludersi con gli abiti da cerimonia e da sposa.

Una sezione è stata dedicata alla sperimentazione, con abiti realizzati in tessuti originali africani dall’Associazione Macrì e con il feltro da Clara Calzolari.

Ospiti della serata i danzatori di Agora Coaching Project, progetto di alto perfezionamento nella danza, per danzatori di età compresa tra i 17 ai 24 anni, con la direzione artistica di Enrico Morelli e Michele Merola, che hanno presentato un estratto da “Stanze” di Enrico Morelli, produzione che andrà in scena il prossimo mese di Dicembre, presso il Teatro Asioli di Correggio.

Polveriera_000717

L’evento è stato preceduto da un incontro, sempre presso i locali della Polveriera, durante il quale verranno trattati temi inerenti il recupero delle attività artigianali  in generale, entrando poi nello specifico sulla valorizzazione delle professionalità del settore moda ed accessori e verrà presentata la programmazione dell’Associazione per proseguire nella propria attività formativa.

L’iniziativa è stata inserita nel programma della due giorni dal titolo “I saperi degli altri. Culture popolari a Reggio Emilia”, patrocinata dal Comune di Reggio Emilia e Reggio Emilia la città delle persone, promossa in collaborazione con la Rete Italiana di Cultura popolare.

(C.G.)

13 Novembre 2017

Sabato 11 e domenica 12  Novembre si è svolto l’evento “I 3 colori del Boogie Woogie e Rock ‘n’ Roll, organizzato da Obiettivo Danza e  da Ivan Iori in collaborazione con la nostra Associazione.

L’evento ha avuto luogo al Manhattan Music and Dance, proprio presso la scuola Obiettivo danza e ha dato la possibilità a tutti gli appassionati di Boogie Woogie e Rock ‘n roll si trascorrere due giorni totalmente immersi nella ballo.

La maratona nel Boogie è iniziata con le lezioni del pluri-campione mondiale ed europeo di Boogie Woogie M° Thornbjorg Uskog e la sua partner  M° Flora Bouchereau, anch’essa campionessa europea e mondiale ed è proseguita con la leione con la maestra Chiara Sarti per i principianti. e proseguito con una Masterclass per maestri ed insegnanti, tenuta sempre dai  maestri Thorbjorn e Flora.

L’evento ha compreso un’entusiasmante serata danzante, sabato a partire dalle 21,30,  dal titolo “ Balliamo con Thorbjorn e Flora” con dj set Luca Grilli e musica live dei Chicken Wings, che ha visto oltree trecento ballerini scatenarsi sulla pista da ballo.

L’evento si è concluso con uno spettacolo in cui si sono alternati ballerini e danzatori provenienti da diverse scuole della città. Hanno partecipato l’Arcadia,  l’Eidos, il Let’s Dance  e l’associazione Progetto Danza , il corso di perfezionamento per danzatori Agora Coaching Project e ovviamente i ballerini di Obiettivo danza, padrone di casa.

Tecniche e stili diversi hanno coinvolto un folto pubblico, dallo Stile Internazionale alle Danze Caraibiche, dalla Danza Contemporanea all’Hip-hop e la Break dance, dal Rock’N’Roll, Rock Acrobatico e naturalmente Boogie Woogie. Guest stars dello spettacolo Thorbjorn e Flora che si sono esibiti con  due performance di altissimo livello tecnico.

(C.G.)

21 Settembre 2017

“I miei primi 40 anni”

Sabato 23 Settembre alle ore 18,30 avrà luogo l’evento “I miei primi 40 anni” presso la terrazza adiacente a “Il Ballarino” di via Vincenzo Ferrari 20/D a Reggio Emilia.

Alessandra Vellani, proprietaria del negozio  per festeggiare il suo compleanno e i 40 anni dell’attività commerciale offrirà un aperitivo, seguito dal taglio della torta.

Ad aprire l’evento alle ore 18,30, ospiti di eccezione Serena Vinzio e Roberto Tedesco, danzatori della compagnia Aterballetto, che presenteranno una loro performance.

Per ulteriori informazioni visitate la sezione “I nostri progetti” tra gli incontri.

Siete tutti invitati, vi aspettiamo!

(C.G.)

banner ballarino

16 Giugno  2017

“L’Arte in Mostra”

Scatti di Danza e Musica si confrontano al Catomes tôt

Oggi alle ore 18,30 verrà inaugurata la Mostra fotografica permanente intitolata “L’Arte in Mostra” , realizzata in collaborazione con il Catomes tôt.

Verranno esposte fotografie realizzare da Alessandro Calvani, danzatore della compagnia  Aterballetto di Reggio Emilia e Giacomo Pieracci, musicista e cantante, studente dell’Istituto di Studi Superiori “Peri -Merulo”.

Il concept dell’esposizione parte da un contrasto tra i soggetti degli scatti dei due fotografi, che finiscono con avere un tratto comune ossia la necessità di esprimersi, di comunicare utilizzando il viso e il corpo nella sua interezza.

Per Alessandro Calvani l’essenza del messaggio delle sue foto viene espresso dai corpi dei danzatori mentre riempiono lo spazio,  celandone però, completamente i visi.

Mentre Giacomo Pieracci  ha sviluppato un progetto concentrandosi al contrario sui visi dei cantanti, proprio mentre modulano la loro voce e nel farlo ovviamente cambiano espressione.

Durante l’inaugurazione della mostra , oltre, ovviamente all’incontro con i due artisti che illustreranno il loro percorso espositivo avvalendosi dell’ausilio di musiche, luci suoni e movimenti, ci saranno due momenti di improvvisazione coreografica. Si esibiranno  Eva Calanni, ballerina, giovane maestra e coreografa, tra i soci fondatori e  Presidente della nostra Associazione e Angela Tampelloni, danzatrice presso la compagnia polacca Caro Dance Theater, nostra ospite graditissima, accompagnate dal maestro Gaetano Nenna, al clarinetto, che fa parte del nostro Consiglio Direttivo.

La mostra resterà a disposizione del pubblico dal 17 giugno al 16 luglio, negli orari di apertura del Centro sociale: Martedì, Mercoledì, Giovedì dalle 7.00 alle 22.00, Venerdì e Sabato dalle 7.00 alle 24.00, la Domenica dalle 9.00 alle 21.00.

Per ulteriori informazioni visitate la sezione “I nostri progetti” tra gli incontri.

Vi aspettiamo!

(C.G.)

mostra banner

11 Maggio 2017

Lo staff dell’Associazione Culturale Paideia.RE ha il piacere di presentarvi il concerto di una giovane orchestra di musica classica.

Sabato 20 Maggio con inizio alle ore 21,30 il Centro sociale “CATOMES TOT” organizza il concerto dell’orchestra da camera che scaturisce dal progetto “Pensieri Sonanti”, presso la sede del centro sociale in via Panciroli 12 (Piazzale Fiume).

L’orchestra è composta da giovani musicisti che si ritrovati insieme seguendo un’idea, sotto la direzione di Gaetano Nenna, eclettico musicista, clarinettista, docente dell’Istituto “A. Peri – C. Merulo”, performer  ed attore presso il Teatro dell’Orsa.

nenna

Il professor Nenna recentemente è entrato a far parte del Consiglio Direttivo della nostra Associazione, nel quale è responsabile organizzativo della sezione Musica e con la quale condivide idee e proposte innovative per coniugare Arte e Cultura e sostenerle grazie a molteplici iniziative.

L’orchestra ha scelto di eseguire alcune melodie di W.A. Mozart:

–          Divertimento per archi in re maggiore KV136;

–          Concerto per oboe ed orchestra in do maggiore KV314

–          Sinfonia n. 29 in la maggiore KV201.

Il progetto “Pensieri sonanti” nasce dalla volontà di questo gruppo di giovani musicisti nel creare una realtà artistico-produttiva che proponga concerti e spettacoli musicali dalla forma innovativa, interattiva e divulgativa,  con particolare attenzione verso la produzione contemporanea.

Altro tratto distintivo di questo gruppo è la modalità di gestione delle performances, i concerti, infatti, vengono intesi come spettacoli nei quali le arti collaborano tra loro. L’armonia tra musica, gesti, parole ed immagini è il valore che guida l’idea di ricerca.

Il concerto, quindi,  non è solo inteso come elenco ed esecuzione di brani musicali, ma come momento condiviso tra artisti in scena e pubblico, una visione circolare del fare arte e musica.

I brani eseguiti saranno inoltre spiegati al pubblico, al fine di aiutare l’ascoltatore ad intendere meglio il messaggio musicale. Il concerto diviene quindi , non solo un momento di svago ma anche di apprendimento.
Seguendo una citazione di Giuseppe Verdi, “Tornate all’antico e sarà un progresso”, inoltre, Pensieri Sonanti ha programmato collaborazioni con vari compositori contemporanei che rileggano e ripensino alla musica antica come slancio verso il futuro.

Paideia.RE anche in questa occasione al fianco di giovani musicisti, per promuovere  eventi che danno loro visibilità e incrementano le loro esperienze  artistiche e professionali.

Vi aspettiamo numerosi!

4 Maggio 2017

Quando si assiste ad un concerto inevitabilmente si entra in contatto con le intenzioni del musicista o del cantante che si esibisce.

Immaginate cosa può accadere se sul palco si alternano giovanissimi artisti che stanno facendo ancora un percorso di formazione musicale, l’empatia con il pubblico è immediata; se poi il talento e la preparazione di questo musicisti in erba è palese, se essi si mostrano motivati, sicuri delle proprie potenzialità e capacità, tutto diventa veramente straordinario.

Ecco questo è  accaduto domenica pomeriggio al Catomes tot, dinanzi ad un pubblico caloroso ed affezionato ai giovani interpreti sul palco. Un connubio di stili e musiche diverse, un percorso che è stato aperto dalla musica classica per poi passare per il jazz e concludersi con il pop più contemporaneo.

Un’iniziativa che oltre a far un interessante excursus su diversi aspetti dell’immenso mondo della musica, ha avuto anche lo scopo di farci conoscere meglio questi giovani, il loro mondo fatto di scuola, studio, prove, esibizioni, ma anche di passioni, difficoltà e  aspirazioni per il futuro, parlare con loro alla fine delle esibizioni, seppur per pochi minuti è stato molto istruttivo e piacevole.

Il concerto è stato aperto dalle tre musiciste classiche, studentesse del Peri.

Petra Gambarelli all’arpa ha eseguito “Colorado trail” di Marcel Grandjany, e “Ten past two” di Pearl Chertok, lasciando nell’aria le vibrazioni delle lunghe corde del suo affascinante strumento.

Quindi  Camilla Catellani al violino, visibilmente emozionata, ha suonato il  “Canone in re maggiore” di Johann Pachelbel. Poi un duetto per violino e chitarra, Irene Fontanesi e Camila Catellani hanno eseguito “Périgourdin da Six airs favourites » di Anton Diabelli; un assolo di chitarra di Heitor Villa-Lobos, il “Preludio n. 3”, con Irene Fontanesi a concludere il momento di musica classica.

Le tre ragazze studentesse del Liceo Classico “Ariosto”, ci hanno raccontato brevemente percorso formativo e le loro fonti di ispirazione, anche per la scelta dello strumento.

Nello spazio di un istante la musica jazz irrompeva sul palco, i Kealthies, quartetto scoppiettante che passa da Herbie Hancock con “Cantaloupe Island , a Footprints di Wayne Shorter, per poi confrontarsi con due very mostri sacri del jazz:  Chick Corea con Spain e il maestro Duke Ellington con Take the “A” Train, con leggerenza e coinvolgimento.

La nostra breve conversazione è diventata quasi una dichiarazione di intenti per il loro futuro scolastico e professionale, dinanzi a genitori ed amici divertiti più che preoccupati.

Quindi il testimone passa ad una cantante,  una forza della natura, personaggio meraviglioso dal  look azzeccato, Chiara Bonfrisco, oltre alla sua splendida voce, porta una carico emotivo ed emozionale non indifferente.

Superba la sua prima esibizione di Can’t find my way home di Steve Winwood, quindi un pezzo di Anouk Sacrifice , poi Chandelier di SIA durante il quale utilizza la lingua italiane dei sordi, traducendo parte del testo,  quindi a concludere con  Lost on you di LP, artista italo-americana,  in testa a tutte le classifiche internazionali.

Ad accompagnarla Max Bonfrisco alla chitarra, professionista della musica sotto diverse forme, chitarrista appunto e cantante, componente di una band molto conosciuta in città “Bandarabà”, ma anche tecnico del suono  e docente presso diverse scuole private di musica e presso la Filarmonica della Città del Tricolore.

Ha sposato i positivi intenti della nostra associazione e grazie alla sua preziosissima e professionale collaborazione, il suono e le parole di questi preziosi giovani musicisti sono stati percepiti “forte e chiaro”.

La conversazione con Chiara ha evidenziato un tema a noi molto caro, una difficoltà che spesso i giovani artisti affrontano nel mondo della scuola, ossia far comprendere ai docenti che musica, così come danza o teatro, non sono ostacolo alla formazione scolastica, piuttosto sostengono e arriccchiscono lo studente rendendolo più forte, centrato e pronto ad affrontare in maniera organizzata le sfide del futuro.

In conclusione, ancora una volta questo nostro “Chi è di scena?”  ha centrato l’obiettivo che ci eravano prefissi, mostrare e sostenere il talento nella sua forma più pura, grazie anche all’opportunità di far una preziosa  “esperienza di palco”.

Ci auguriamo che questo sia il primo di una serie di eventi con validi a perseguire questa finalità.

Alla prossima!!!!

(C.G.)

trio in concerto

trio

28 Aprile 2017

“Giovani … tra le note”

Tutti rigorosamente under 20!!!

Domenica 30 Aprile al Catomes tôt di via Panciroli 12, si terrà un concerto che abbiamo voluto intitolare “Giovani … tra le note”.

L’evento, che avrà inizio alle ore 18,00, è organizzato dalla nostra Associazione e dal Centro Sociale Catomes tôt e ha come protagonisti alcuni giovani e talentuosi  musicisti e una cantante.

Si esibiranno la violinista Camilla Catellani, la chitarrista Irene Fontanesi e l’arpista Petra Gambarelli, studentesse del liceo classico Ariosto, che frequentano i corsi presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “A. Peri – C. Merulo”; le ragazze suoneranno brani tratti dal repertorio di musica classica: da Chertok a Pachebel, da Villa Lobos a Diabelli.

Quindi i Kealthies, un quartetto, con la “frontgirl” Kim Gianesini al sax contalto, Paolo Sani alla chitarra, Stefano Sani al basso, Giacomo Sani alla batteria, studenti dei licei scientifici “Spallanzani” e “Moro”, ci condurranno nel mondo del jazz, eseguendo  brani di Duke Ellington, Herbie Hancock, Chick Corea e Wayne Shorter .

A seguire la giovane cantante pop Chiara Bonfrisco, studentessa liceo artistico “Blaise Pascal”, accompagnata dal chitarrista Max Bonfrisco, presenterà le covers di “Can’t find my way home” di Steve Winwood, “Sacrifice” di Anouk , “Chandelier” di Sia e “Lost of you” di LP.

Durante il concerto, inoltre, conosceremo più a fondo questi giovani artisti. ci racconteranno come è nata la loro passione, quale è stato il loro percorso formativo, quali difficoltà hanno incontrato, quali prospettive vedono nel loro futuro, ma soprattutto come conciliano il loro percorso scolastico con l’impegnativa preparazione che gli studi musicali necessitano.

Questo concerto avrà un duplice scopo sostenere  l’arte nelle sue diverse forme, punto cardine della mission di Piadeia.RE e del Catomes tôt,  ma anche fornire occasione per esperienze di palcoscenico, in questo caso, a promettenti virtuosi della musica e del canto. Al termine dell’evento sarà possibile dialogare con gli artisti e gli organizzatori.

Per avere maggiori informazioni visitate la sezione  del nostro sito dedicata agli spettacoli.

(C.G.)

coopertina fb

10 Aprile 2017

Grandissimo successo per il III Meeting di

Boogie Woogie e Rock ‘n’Roll.

Venerdì 7 Aprile 2017 sulla pista del Circolo Arci PiGal, oltre quattrocento tra maestri, allievi e ballerini, hanno dato vita ad una serata scatenata di ballo al ritmo di boogie e rock ‘n’ roll.

_MG_1341

L’alternarsi di musica suonata dal vivo dalla band “Chicken Wings” e quella mixata dal fortissimo Dj  Luca, è stato molto apprezzato, mantenentdo sempre altissimo il ritmo alla serata e non dando alcune tregua alla folla di ballerini che sgremivano la pista da ballo. Così come è stato molto coinvolgente il tributo a Chuck Berry, indimenticabile musicista e cantante.

_MG_1345

A metà serata, il presidente di Paideia.RE, Ivan Iori, ha presentato quattro ginnaste appartenenti alla  S.G.R. Ginnastica Reggiana, accompagnate da Silvana Valcavi, tecnico e presidente della società e da Alessandra Reggiani, dello staff tecnico del settore agonistico della società.

Erano presenti Laura Mori e Nicole Barozzi, della categoria Allieve, che parteciperanno quest’anno al campionato di serie C e le Juniores Agnese Padermi e Elisa Notari, che saranno impegnate nel campionato di serie B.

Le ragazze si sono esibite in diverse performance a corpo libero, mostrando come sia possibile contaminare la ginnastica ritmica, pur mantenendo gli elevati canoni tecnici dei gesti, con il boogie-woogie, sulle note di alcuni famosissimi brani musicali.

_MG_1396

La serata è quindi proseguita con la presentazione dei responsabili e dei maestri delle Scuole intervenute, i quali hanno contribuito alla piena riuscita dell’evento, grazie anche alla loro collaborazione si è potuto registrare un numero di partecipanti raddoppiato rispetto alle previsioni della vigilia.

Per ricordare la terza edizione del Meeting, l’organizzazione ha avuto il piacere di donare un attestato di partecipazione a tutti gli ospiti intervenuti e ai maestri di ballo.

Il presidente del Circolo Arci PiGal, Ivano Ballarini, si è mostrato soddisfatto del positivo riscontro avuto dal Meeting, sia in termini di partecipazione, sia dal punto di vista organizzativo.

Si è quindi proseguito all’insegna del puro divertimento, dell’amicizia e ovviamente del ballo. fino a notte inoltrata.

(C.G.)

06 Aprile 2017

III Meeting di Boogie Woogie e Rock ‘n’ roll

Si rinnova l’appuntamento annuale con il Boogie Woogie e Rock ‘n’Roll a Reggio Emilia!!!

Oltre duecento tra  ballerini e maestri si riuniranno Venerdì 7 Aprile 2017 alle ore 21,00  sulla pista del Circolo Arci PiGal in via Enrico Petrella e daranno vita ad una serata di danze scatenate al ritmo delle musiche più travolgenti e coinvolgenti che ci siano.

Il meeting è organizzato dal Circolo e dal nostro presidente Ivan Iori, con la collaborazione di tutto lo staff della nostra l’associazione.

Vi parteciperanno Scuole di ballo provenienti da Parma, Modena,Carpi, Bologna, Imola, Ravenna, Nogara(VR) e naturalmente una folta rappresentanza di ballerini e maestri delle scuole di Reggio Emilia.

La serata al ritmo scatenato di Boogie Woogie e Rock’N’Roll avrà inizio alle ore 21.00 e vedrà alternarsi alla consolle Dj Luca e sul palco la musica dal vivo della band “Chicken Wings”.

Durante la serata verrà fatto un ampio tributo a Chuck Berry, morto a Saint Lois  in Missouri, meno di un mese fa. Egli è considerato, insieme a Elvis Presley, Little Richard e Jerry Lee Lewis uno dei grandi padri fondatori del rock’n’roll. Indimenticabili i suoi brani “Johnny B Goode’ , ‘Roll Over Beethoven’ e “Never Can Tell” A Chuck Berry è attribuita anche la cosiddetta “Duck Walk” (o passo dell’anatra), caratteristica camminata eseguita mentre suona la chitarra, diventata suo tratto caratteristico.

Alle 23,00 circa verrà fatta una presentazione delle Scuole intervenute: Crazy-Swing, dell’  Ins. Dimitri Masotti, Fantasy Rock del M° Gianni Balboni  e Happy Dance del M° Dibris Sacchi da Bologna, la C.I.D. dell’ Ins. Flavio Rocchi e Forever Dance del M° Stefano Sessa di Parma, da Imola The Stars del M° Mirko Benericetti, Dance & Dance del M° Marco Rodolfi di Modena e Boogie Academic School del  M° Andrea Roncaglia da Carpi, I. ri.Belli della  M° Donatella Raffoni da Ravenna, Boogie Mania della  M °Nadia Nemini da Nogara (VR) e ovviamente le scuole di ballo reggiane Adrenalinic Swing del M° Giorgio Codeluppi, l’Arcadia del M° Mauro Prandi, dal Crazy Ballet, del M°Alfredo Codeluppi al Forever dance dell’ Ins. Claudio Saccani e il Let’s dance, M° Giovanni Zamboni.

La serata organizzata da Ivan Iori all’insegna del ballo, del puro divertimento e dell’amicizia, proseguirà con una graditissima sorpresa.

(C.G.)

PIGALLE REGGIO E. 2017

29 Gennaio 2017

Finalmente si parte!

Si apre la stagione delle nostre attività associative.

E’ passato solo poco più di un mese dalla nostra costituzione e grazie ad un’attività febbrile svolta da tutti i soci fondatori e da pochi altri stretti collaboratori, siamo riusciti nel nostro intento: dar vita al primo evento del nostro anno sociale nei tempi che ci eravamo prefissati.

Inizieremo dal mondo della danza e con un primo appuntamento che avrà finalità di carattere divulgativo e di scambio culturale.

Domenica 29 Gennaio alle ore 16,30, presso il Centro Sociale Catomes tôt, in via Panciroli 12, a Reggio Emilia, si terrà il 1° seminario sulla storia della danza, preludio di una serie di appuntamenti denominato “Discorso sulla danza”.

Il seminario avrà per tema “Il Lago dei cigni: la modernità di un classico” e sarà condotto da Lula Abicca ex ballerina, critico di danza e redattrice del giornale on-line “Danza Effebi”.

La giornalista inizierà il percorso partendo da una breve introduzione del balletto di Marius Petipa e Lev Ivanov. Quindi tratterà il tema del“doppio” , il cigno bianco e il suo alter ego: il cigno nero, ma anche dell’immagine della donna-cigno e dell’eterna metamorfosi che spesso è possibile avere nell’arte. Saranno proposte poi, con il supporto di video e fotografie, visioni e versioni del balletto elaborate da diversi coreografi: Matthew Bourne, Mats Ek, Dada Masilo, Christopher Wheeldon, Alexei Ratmansky, Fabrizio Monteverde (e i personaggi alati di Dave St-Pierre).

Per avere maggiori informazioni visitate la sezione  del nostro sito dedicata ai nostri progetti.

(C.G.)

lago-dei-cigni